L’Umbrelee - L'Ombrellaio - Bontadilombardia

Vai ai contenuti

Menu principale:

L’Umbrelee - L'Ombrellaio

I ricordi

Oggi basta un piccolo segno nel telo o una bacchetta che si allenta e subito l'ombrello è sostituito con uno nuovo. Un tempo si era costretti a risparmiare e si aspettava il passaggio dell'ombrellaio.

L'ombrellaio arrivava in bicicletta al grido di "Donne, è arrivato l'ombrellaio" o "Umbrelee, Umbrelee!", con una sacca in cui aveva gli attrezzi di lavoro ed il materiale occorrente, manici e stecche di ricambio, aghi e filo per il rammendo.

Si sedeva in un angolo della strada o sotto un portone e con pinze, filo di ferro e abilità procedeva alle riparazioni e le donne scendevano in strada o nei cortili a portare gli ombrelli da riparare.

Questi ambulanti venivano tutti dalla fascia della Val d’Ossola dove si formavano vere e proprie dinastie da padre in figlio.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu